Archivio categoria: Storia

Passerella

Si legge su tutti media che il Comune ha ricevuto un cospicuo finanziamento di 6,5 milioni per interventi legati al Pums. Tra gli interventi la riqualificazione della passerella pedonale che collega l centro storico con… Continua a leggere

Dirigibili a Sant’Angelo a Lecore

  Alla vigilia della prima guerra Mondiale l’Italia decise forti investimenti per potenziare i nuovi mezzi aerei; si decise di puntare oltre che sugli aeroplani anche sui dirigibili, decidendo di costruire per anche… Continua a leggere

Il Termine e i confini del comune di Artimino

La foto rappresenta la località detta il Termine nel comune di Carmignano, apparentemente poco significativa, posta poco lontano dalla Serra. Nei dintorni non c’è nessun “termine” o cippo confinario e non risulta immediato… Continua a leggere

Mafia a Prato (6)

Puntata n. 1: Mafia a Galciana Puntata n. 2: Un capobastone in piazza San Domenico Puntata n. 3: Un pentito a Schignano Puntata n. 4: La cosca dei perdenti nei boschi di Migliana… Continua a leggere

Gli olmi

Le Piante dei Capitani di Parte Guelfa sono una raccolta del XVI secolo delle prime mappe del territorio toscano in cui sono rappresentati i più antichi centri abitati. Lo scopo principale di tali piante era… Continua a leggere

L’ultima casa colonica

  Fino all’Ottocento Poggio a Caiano era essenzialmente un territorio agricolo. Quasi l’intera estensione dell’attuale comune era possedimento granducale (poi dei Savoia)  e costituiva la “Fattoria del Poggio a Caiano” (ben distinta dalla… Continua a leggere

Paesaggio e tutela

Come qualificare questo paesaggio? Si tratta di una finta savana africana ricreata a Las Vegas o di un’opera di land art ? No. Si tratta di un pezzo di uno dei paesaggi storici più celebrati (anche… Continua a leggere

Mafia a Prato (5)

Puntata n. 1: Mafia a Galciana Puntata n. 2: Un capobastone in piazza San Domenico Puntata n. 3: Un pentito a Schignano Puntata n. 4: La cosca dei perdenti nei boschi di Migliana… Continua a leggere

Un ponte fantasma (2)

  1^puntata : una passella in legno 2^ puntata: un ponte in ghisa   Se realizzato sarebbe stato il ponte più bello della Toscana. Erano gli anni, tra il 1809 e il 1813,… Continua a leggere

Mafia a Prato (4)

Puntata n. 1: Mafia a Galciana Puntata n. 2: Un capobastone in piazza San Domenico Puntata n. 3: Un pentito a Schignano Puntata n. 4: La cosca dei perdenti nei boschi di Migliana… Continua a leggere

IL GIOVANE VIAGGIATORE

Filippo Mazzei (1730 -1816 ) La memoria del  grande viaggiatore merita di essere celebrata, a duecento anni dalla morte, e spero che le istituzioni, comprese quelle della città di Prato, lo facciano nel miglior modo.… Continua a leggere

Domenico Giunti: un artista pratese dimenticato

Un architetto dimenticato. Domenico Giunti (1505-1560), da Prato a Milano. È possibile che un importante artista del Rinascimento sia stato completamente dimenticato? Sicuramente è stato così per Domenico Giunti o Giuntalodi, pittore e… Continua a leggere

anni ’50 (ancora don Milani)

puntata precedente: DON MILANI A PRATO (PARTE I) 2^ puntata – I ragazzi in fabbrica Don Milani conosceva bene le condizioni di lavoro nelle fabbriche pratesi degli anni ’50. Ad informarlo erano i… Continua a leggere

Bosco di guerra

Chiunque frequenti il Bargo a Poggio a Caiano farebbe fatica a riconoscerlo in queste foto (purtroppo di scarsa qualità) che mostrano il piccolo bosco urbano negli anni subito seguenti alla guerra, dopo il passaggio… Continua a leggere

Un edificio mediceo a Poggio a Caiano

Malgrado qualsiasi velleità Poggio a Caiano non ha un centro storico. Questo sia per ragioni storiche, sia per la mancata tutela delle poche strade antiche del paese che le regole urbanistiche, fino allo scorso… Continua a leggere

Le mura del Castelnuovo

Castelnuovo è l’unico rimasto dei villaggi (“ville”) medievali di origine agricola che caratterizzavano la piana pratese  prima di essere inglobati nella crescita urbana. Essendo il più lontano dalla città ha conservato sostanzialmente la… Continua a leggere

Cosa si vedeva dalla Calvana

Nel 1605 viene pubblicata a Londra” Survey of the Great Duke’s State of Tuscany” una descrizione della Toscana dell’inglese Robert Dallington, la prima di una lunga serie di opere straniere nelle quali si parla… Continua a leggere

Una fabbrica di nitroglicerina

A pochi chilometri da Poggio a Caiano, a poche centinaia di metri da Comeana, un fitto bosco nasconde almeno un centinaio di edifici abbandonati, ognuno diverso dall’altro, resti archeologici sopravvissuti da un epoca… Continua a leggere

Don Milani a Prato (parte I)

Il mito fondante di Prato, lo sviluppo dell’industrializzazione a partire dagli anni ’50, che nella memoria della città richiama un’epoca barbara e innocente dominata dalla mistica del lavoro, ha avuto testimoni imprevedibili. Uno di… Continua a leggere

L’altra metà del bosco delle Pavoniere

Sono in corso importanti interventi di recupero alle Cascine che interessano sia elementi architettonici  (Rimessa delle Barche) che ambientali (ponti e canali). Nel loro insieme contribuiranno a tutelare e restaurare un sistema paesaggistico… Continua a leggere

Amianto

Sulla stampa nei giorni scorsi sono apparsi articoli di allarme per le numerose coperture in eternit che ancora sono presenti nel territorio pratese, soprattutto su edifici produttivi in disuso. La presenza di materiali… Continua a leggere

Un pratese dimenticato

  È possibile che un importante artista del Rinascimento sia stato completamente dimenticato? Sicuramente così è stato per Domenico Giunti o Giuntalodi,  nato a Prato nel 1505 e morto a Guastalla nel 1560. Fu… Continua a leggere

Via Gaetano Bresci

Nonostante le vecchie e le recenti polemiche, ci sono vari motivi per lasciare che a Prato esista  via Bresci, intitolata all’autore dell’attentato al re d’Italia Umberto I di Savoia, ucciso a Monza  a colpi… Continua a leggere

Riciclaggio a Prato

Ho letto da qualche parte che Prato è la città del riciclaggio. Mi sembra un’affermazione vera. In passato il riciclaggio degli stracci è stata la base economica di un’intera città. Oggi il riciclaggio… Continua a leggere

Salviamo la scultura di Moore

La posa in opera nel 1974 della scultura “Forma quadrata con taglio” di Henry Moore in piazza San Marco fu un atto coraggioso. Il tentativo di arricchire l’ambiente urbano, non con una scultura o un… Continua a leggere

All’esterno delle Scuderie medicee

Tra le cose di cui le ultime amministrazioni di Poggio a Caiano possono vantarsi c’è sicuramente il recupero delle scuderie medicee, iniziato da diversi anni ma non ancora completato. Aver avviato un’impresa che… Continua a leggere

Anni ’50

Mi ha sempre colpito il mito pratese delle origini. La leggenda degli anni ’50 e ’60 ci tramanda l’immagine di una città in crescita travolgente, in cui tutti partecipavano a una pervasiva mistica… Continua a leggere

L’Indicatore a Capalle

Davanti alla scuola di Capalle a Campi Bisenzio, osservando attentamente, si nota una strana stele di pietra sormontata da un globo metallico, alta più di 3 metri ma seminascosta da alberi e e… Continua a leggere

Unesco e turisti

Da qualche giorno la Villa medicea di Poggio a Caiano ha ricevuto la targa  Unesco entrando a far parte del “Patrimonio dell’umanità”. Ci si aspetta dunque un incremento dei flussi turistici verso tutto il… Continua a leggere

Una fontana nel parco

Nel parco della villa medicea a di Poggio a Caiano c’è una bella fontana neoclassica, senz’acqua e nascosta tra gli alberi. Il piccolo manufatto è una testimonianza di un periodo storico in cui cominciava… Continua a leggere

Un muro pratese

La riconoscibilità di un paesaggio urbano non è legato esclusivamente alle architetture più importanti, ma anche a elementi meno nobili e monumentali. Può essere l’uso nell’edilizia storica di un particolare materiale reperibile nel… Continua a leggere

Il parco della Rimembranza è stato dimenticato.

In una specie di contrappasso dantesco ciò che era stato fatto per ricordare è completamente sparito dalla memoria di tutti.

La casa di Ardengo Soffici

Ardengo Soffici intellettuale e importante pittore della prima metà del XX secolo, visse la maggior parte della sua vita a Poggio a Caiano, in una casa che allora era in campagna e che… Continua a leggere

Coltivazione di ricino a Poggio a Caiano

A Poggio a Caiano, nel ventennio, si coltivava il ricino. Erano anni in cui il fascismo faceva largo uso dell’olio ricavato dai semi di questa pianta originaria tropicale ma questo non c’entra con… Continua a leggere

Ritratto di una città in forma di piazza

C’è a Prato una piazza che riassume l’ultimo secolo di storia cittadina. Piazza Esedra, poi chiamata Piazza Europa fu realizzata durante i lavori di trasformazione urbana con cui la città accompagnò la realizzazione… Continua a leggere

Viaggiatori inglesi a Prato

Oggi è sempre più raro vedere turisti a Prato. La città respinge inesorabilmente anche quei pochi che si vorrebbero avventurare in treno da Firenze con la mancanza di indicazioni e informazioni. Invece alla… Continua a leggere

Compriamo le Cascine di Tavola

Finché il Dio Denaro non ha sorvolato le Cascine di Tavola, la vasta tenuta aveva attraversato, relativamente indenne, oltre cinque secoli di storia, nonostante qualche riduzione di superficie e periodi di incuria e… Continua a leggere

Paesaggio di serie A e di serie B

Il paesaggio delle colline toscane è così famoso da essere diventato un luogo comune. Noi però conosciamo bene le sue caratteristiche, la sua fragilità e la necessità di tutelarlo. Allo stesso modo riconosciamo… Continua a leggere