Ampliamento: bastano 12 milioni?

Sulla necessità di ampliare il nuovissimo Ospedale di Prato i decisori pubblici non fanno una gran bella figura.
Tante erano state infatti le voci, prima e dopo l’inaugurazione nel 2013, che lamentavano la scarsità di spazi e posti letto. E tante erano state le risposte sarcastiche o risentite da parte di chi alla Regione aveva programmato e gestito la realizzazione dei nuovi ospedali mediante il  discutibile metodo del project financing.

Ospedale_nuovo_di_prato

Ora sono tutti d’accordo di ampliare l’ospedale, attualmente con 540 posti letto, con ulteriori 100 posti letto.
Il sindaco Biffoni ha parlato di un «.. ospedale nato piccolo”.
Il sottosegretario Giacomelli (ex vicesindaco) lo ha definito “..inadeguato” per le esigenze di Prato”.
Il consigliere regionale Ciolini:  “… Proporrò in Regione un ampliamento”.

Nessuno di loro potrà comunque dire”.. ma io l’avevo detto”, come potrebbero invece fare molti cittadini. Del resto non era difficile accorgersi che il numero di posti letto era inferiore allo standard fissato a livello nazionale in 3,7 posti letto ospedalieri ogni mille residenti, di cui 3 per acuti ospedalieri e 0,7 per lungodegenze o cure intermedie.

Il governo stanzierà 10 milioni di euro che insieme ai 2 che metterà la Regione Toscana permetteranno la costruzione di un nuovo padiglione con 100 posti letto.
La conferma dell’arrivo di tale cifra risulta da una lettera del ministro Luca Lotti, nella sua veste di sottosegretario del Cipe al sindaco di Prato.

Potrei chiedere: ma perché il ministro dello Sport si occupa del finanziamento all’edilizia ospedialiera? Ma invece le domande sono altre:

  • Chi costruirà il nuovo padiglione e come sarà possibile distinguere le competenze e le responsabilità tra l’eventuale ditta appaltatrice e la ditta che gestisce il project financing dell’attuale ospedale?

  • Quale status avrà il nuovo padiglione nel sistema che blocca il resto dell’ospedale ad un contratto capesto per altri 16 anni con la ditta di project financing con la spesa enorme di 20 milioni l’anno relativi alla sola gestione dei servizi extra sanitari?

  • E soprattutto: perché 12 milioni dovrebbero bastare a realizzare e attrezzare un nuovo padiglione con 100 posti letto quando per il nuovo Ospedale Santo Stefano, di 540 posti, sono stati necessari  complessivamente 190 milioni?

Annunci