L’amico della Terra

gatteschi

Nell’ultimo anno Sergio Gatteschi, presidente degli “Amici della Terra-Toscana”, continua a intervenire ovunque per difendere l’inceneritore in convegni, assemblee, discussioni sui social, e probabilmente anche al bar, con incredibile energia.
Ha creato un gruppo Facebook chiamato “Figli che vogliono l’inceneritore”.
Allo scopo di appoggiare la costruzione del cosiddetto “termovalorizzatore” e di tranquillizzare il popolo, ha presentato e supportato una campagna di rilevazione della qualità dell’aria condotta dal prof. Udisti con campionatori cosiddetti Smart (peraltro non ancora conclusa) ed ha dichiarato: “… la situazione dell’aria della piana è complessivamente buona, ben lontana dalle considerazioni sulla piana e inquinata … non c’è quindi nessuna emergenza nella Piana, nemmeno nel suo centro”.

Lasciando da parte il combattivo personaggio, per il momento, vediamo cos’è questa associazione ambientalista chiamata “Amici della Terra”.
Negli ultimi anni si è distinta a livello nazionale per posizioni piuttosto originali:

  • si è schierata dalla parte delle trivelle nell’ultimo referendum;

  • nel proprio periodico “Astrolabio”, oltre a varie opinioni allineate a quelle consuete dell’ambientalismo, espone anche dubbi sull’evidenza del cambiamento climatico;

  • si è schierata contro i referendum per l’acqua pubblica;

  • ha difeso la geotermia e la sua “accettabilità sociale”; 

  • ha condotto battaglie contro gli incentivi al fotovoltaico, ma non contro gli incentivi alle biomasse e all’incenerimento.

Secondo la stampa, a causa di tutto questo, gli “Amici della Terra” sono stati espulsi dall’associazione madre “Friends of the Earth” con l’accusa di essere promotori esclusivamente di meccanismi basati sul mercato per affrontare i problemi ambientali, oltre che essere troppo vicini alle aziende energetiche, avendosi fatto finanziare o patrocinare convegni da Enel e Eni o da altre società energetiche. Sulla stampa sono comparse nell’occasione anche accuse all’associazione di essere greenwasher, in grado di ammantare di verde gli argomenti degli operatori dell’energia sporca.

Dunque gli “Amici della Terra” oltre a non essere amici dell’aria non sono più propriamente neppure amici della terra !
Allora perché, Gatteschi continua a vantare, sul sito della sezione toscana, l’affiliazione a Friends of the Earth da cui è stato espulso insieme ai suoi associati ?

P.S.  del 05/11/2016

A seguito delle osservazioni ricevute dal sig. Gatteschi che ha ritenuto il post una “gratuita violenza personale” e “operazione di tentato killeraggio sul web”, pur ritenendo ingiustificata tale reazione, ho dovuto riconoscere all’interlocutore il diritto di rettificare le informazioni riportate, eliminando di conseguenza qualche imprecisione di cui mi scuso (avevo scritto che le centraline erano state finanziate dagli Amici della Terra, ma evidentemente non è così…). Ho eliminato anche qualche forzatura dialettica, qualche immagine colorita (come “cacciati a pedate”), qualche aggettivo che dava un po’ di sale al post, ma evidentemente offendeva il sig. Gatteschi.
Mantengo la vignetta di cui non si è lamentato.

Annunci