Casa del Guardia

DSCN0019

La casa del Guardia oggi

La Casa del Guardia è  uno degli edifici da recuperare all’interno delle Cascine medicee.

Si tratta di un edificio ad uso agricolo costruito alla fine del XVI secolo che ha avuto nel tempo varie modifiche fino alla ristrutturazione del 1822 che gli ha dato sostanzialmente l’aspetto attuale. Il nome era dovuto al fatto che oltre alla funzione di casa colonica, accoglieva l’alloggio del guardiano del bosco delle Pavoniere, il recinto boscato che custodiva cavalli e selvaggina pregiata.
L’edificio che si trova su un leggero rialzo del terreno che lo teneva al sicuro da inondazioni, presentata una struttura a due piani e una facciata simmetrica verso il viale dei Lecci, con due grandi stemmi affrescati da Domenico Cigheri, di cui però rimangono solo labili tracce. Al piano terra accoglieva, tra l’altro, una vasta stalla da bovini a tre corsie, al piano primo un grande fienile e in copertura un torre colombaia insolitamente alta.

004_0001

Il progetto di ampliamento del 1922, eseguito con modifiche

Nel 2003  il Comune ha provveduto, con un progetto interno, ad un intervento di messa in sicurezza e di consolidamento: sono state realizzate sottofondazioni, solai, cordoli, nuove coperture, irrigidimento della torretta.
In quel periodo venne avanzata qualche ipotesi sull’uso a cui adibirla: centro di accoglienza e gestione del parco, con punto informazioni, uffici e ristoro e 2 salette: una per mostre temporanee ricavata dalle vecchie stalle (in cui non è stato possibile salvare le volte a vela che le coprivano) e una per conferenze e incontri al piano primo, nel fienile.

solaio

Il rifacimento del solaio tra stalla e fienile: consolidamento degli archi.

Anni dopo il consolidamento il Comune lanciò inutilmente un bando per finire i lavori e trasformare l’edificio in  punto di ristoro e di diffusione delle eccellenze gastronomiche.
Da allora niente più e il lavoro fatto rischia di rovinarsi nuovamente.

Annunci