Non è una pista ciclabile (2)

Pratilia- Piazza San Marco

Via Niccoli. La segnaletica di pista ciclabile in direzione da Sud verso Nord

Via Pelagatti- restringimenti, e ostacoli sotto il minimo della larghezza

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Via del Castagno- la segnaletica verticale ci consente il percorso da Sud a Nord

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Via Niccoli percorribile da Nord verso Sud a vedere la segnaletica orizzontale/ larghezza 150 cm

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Via del Castagno- percorribile da Nord verso sud a vedere la segnaletica orizzontale

Dunque  il percorso ciclabile tra Pratilia e Piazza San Marco non può ritenersi in alcun modo leggibile, continuo, omogeneo, funzionale e sicuro. Evidente a tutti come esso non sia utilizzato praticamente da nessun ciclista e dunque inutile alla realizzazione di una rete di mobilità alternativa, nonostante i soldi spesi che non sono pochissimi.

Ora occorre rispondere agli altri dubbi derivati dall’osservazione di tale opera.

  • La pista rispetta la normativa?

Le caratteristiche dimensionali dei percorsi ciclabili sono definite dal DM 30/11/1999, n. 557 che impone la larghezza standard di una corsia ciclabile di 1,50mt per unico senso di marcia, riducibile eccezionalmente, e per tratti molto limitati, fino a 1,00mt. Ora il percorso in questione ha proprio tali dimensioni, tralasciando qualche strozzatura anche inferiore a 1,00mt. Dunque si tratta di un percorso a senso unico. Tralasciando i dubbi sull’opportunità di realizzare una ciclabile solo in un senso, c’è comunque qualcos’altro da chiarire per conto dell’occasionale ciclista.

  • Qual è il senso di marcia consentito?

Dunque il percorso ciclabile Pratilia- Piazza San Marco può essere percorso da sud verso Nord o viceversa da Nord verso Sud come suggerirebbe il senso di marcia generale dei veicoli sui tratti di strada interessati o viceversa?
La segnaletica orizzontale costituita da biciclettine verniciate sulla pavimentazione indica direzioni diverse a seconda dei tratti. Questo naturalmente è inaccettabile.
La segnaletica verticale indica che il percorso ciclabile è percorribile in entrambi i sensi e l’apposito segnale di obbligo di utilizzo per i ciclisti si trova all’inizio di ciascun tratto, in entrambi i sensi di marcia. Questo naturalmente è impossibile considerando le norme sulla larghezza minima e l’ingombro di bici e ciclista e lo spazio laterale necessario per assicurare l’equilibrio e la sicurezza .

Dunque la risposta ai primi quesiti è che pista chiaramente non è a norma con tutte le conseguenze del caso.

– segue la terza, ultima sorprendente puntata con gli altri quesiti-

per la prima puntata vedere: NON È UNA PISTA CICLABILE (1)

 

 

 

 

 

 

 

Annunci