Un TAR molto prudente

tarAl Tar Toscana risultano pendenti numerosi ricorsi relativi all’aeroporto e in generale al futuro urbanistico della Piana tra Firenze Prato, Sesto e Campi.

Su nessuno di questi ricorsi il Tar ha ritenuto ancora di pronunciarsi.

  • Nel novembre 2013 l’amministrazione comunale di Prato (giunta Cenni) ha depositato un ricorso al Tribunale amministrativo regionale per la Toscana contro la variante al Piano di indirizzo territoriale della Regione Toscana.

  • Nel gennaio 2014 la Provincia di Prato  ha presentato ricorso al Tar contro le previsioni del Piano Strutturale voluto dalla Giunta Cenni,  che compromette ampie aree agricole. 

  • Nel luglio del 2014 Enac ha annunciato (e poi presentato a novembre) ricorso contro la Regione e la definitiva approvazione  dell’integrazione al PIT con la pista di soli 2000 metri. La Regione si è  costituita per difendere il provvedimento.

  • Nell’agosto 2014 le principali associazioni ambientaliste nazionali WWF, Italia Nostra e il Forum ambientalista, con l’apporto tecnico dell’associazione Medicina Democratica, hanno presentato ricorso al TAR della Toscana per l’annullamento della delibera della Provincia di Firenze che ha approvato la valutazione di impatto ambientale (VIA) sull’inceneritore di Case Passerini .

  • Il 15 novembre 2014 i comitati contro la nuova pista parallela per l’aeroporto di Firenze hanno presentato ricorso al Tar della Toscana contro la variante al Pit votata dal Consiglio Regionale, che consente il potenziamento la nuova pista.

  • Nel novembre 2014 anche Unipol presenta ricorso al TAR contro la variante al Pit, a difesa della capacità edificatoria dei propri terreni destinati alla lottizzazione di Castello.

All’elenco mancano due ricorsi particolari:

  • Quello dell’Università contro l’approvazione del PIT con la nuova pista, arrivato dopo la scadenza di legge a causa dell’iniziale inerzia del rettore, poi svegliato dagli studenti e dai ricercatori; è stato comunque presentato come appello al presidente della Repubblica.

  • Quello dei Comune di Prato preparato, annunciato, firmato dal Sindaco e mai presentato.

Comunque su tutti  ricorsi silenzio assoluto. Si tratta senza dubbio di un atteggiamento assai prudente da parte del Tribunale Amministrativo Regionale. Evidentemente il TAR aspetta  che le decisioni siano prese altrove per rendere inutile il ricorso alla legge e dunque la legge stessa!

 

 

 

Annunci