Osservazione 1

Quando tra dieci anni l’aeroporto, costruito dopo aver speso denaro pubblico per cifre oggi neppure ipotizzate, darà i suoi effetti e tutti si accorgeranno che il parametro acustico  LVA rientrante nei limiti di legge non salvaguarda dall’inquinamento acustico, come può testimoniare fin da ora chi abita vicino Linate o Fiumicino.

Tutti si accorgeranno che le emissioni atmosferiche inquinanti cresceranno molto sopra alle quantità teoriche previste da un qualche software statunitense, come può testimoniare fin da ora chi abita vicino Malpensa.

Tutti si accorgeranno che il reticolo idraulico minore avrà perso la propria funzionalità con frequenti allagamenti all’Osmannoro e a Sesto.

Allora dovremo riflettere e pensare: era possibile fermarlo?
E dovremo concludere che era possibile ma che sono mancati due elementi indispensabili:

  1. La chiara e netta opposizione delle amministrazioni dei comuni della Piana e in particolare dei Sindaci di Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Prato. Se Biffoni, Fossi e Biagiotti, insieme agli altri sindaci, si fossero opposti all’aeroporto (e all’inceneritore) attivamente, senza tentennamenti, come i sindaci della Val di Susa, che si oppongono alla TAV sbarrando la strada alle ruspe con la fascia tricolore a tracolla, allora l’aeroporto non sarebbe arrivato in porto.
  2. La larga partecipazione della cittadinanza che invece sembra mancare, salvo che l’esito delle elezioni regionali non riservi qualche inaspettata sorpresa, e che anch’essa avrebbe impedito l’aeroporto (e l’inceneritore).

Cosa resta da fare dunque: sperare nei pronunciamenti della giustizia amministrativa e nelle istituzioni europee e nell’attesa utilizzare lo stesso metodo che è stato utilizzare per dissimulare e poi partorire questo mostruoso elefante: servirsi dei procedimenti amministrativi e delle leggi in modo strumentale, piegandole ai propri scopi.
Non ci resta che cercare di mettere i bastoni tra le ruote a questo marchingegno politico utilizzando e appellandoci a tutte le leggi esistenti.
A questo scopo ho presentato l’osservazione n. 1 al procedimento di Valutazione ambientale.

oss.1

Annunci