Raccolta differenziata, riciclaggio e inceneritore

Ho cercato inutilmente nel sito di ASM informazioni sulla quantità di rifiuti differenziati che vengono effettivamente riciclati.
Vorrei infatti sapere quanto vetro, dopo essere stato messo dagli utenti nelle apposite campane, viene fuso e diventa vetro nuovo, quanta carta è stata destinata alla cartiera, eccetera.

ASM-di-Prato-2Dal sito ASM risulta che la raccolta differenziata è circa il 43% del totale, anche se non è indicata la data e dettagli di tale informazione, ma non bisogna stupirsi: la trasparenza e non è il lato forte di ASM. Comunque secondo Ispra a Prato la raccolta differenziata è stata, nel 2013, il 47,5% del totale.
Qualunque sia questa percentuale non ci dice niente rispetto al  riciclaggio effettivo dei rifiuti. Il passaggio non è affatto automatico: l’effettivo riciclaggio del materiale proveniente della differenziata avviene solo quando c’è richiesta e i prezzi della “materia seconda” sono convenienti: altrimenti è preferibile dal punto di vista economico  buttare in discarica o nell’inceneritore ciò che tutti noi abbiamo accuratamente separato e messo da parte. Ecco dunque che la percentuale di reimpiego dei rifiuti differenziati diventa un segreto da custodire con l’aiuto della legge che prescrive di raggiungere determinate percentuali di raccolta differenziata (e di renderle note) ma non impone obiettivi relativi al riutilizzo.

La stessa mancanza di dati riguarda quasi tutte le regioni e fa pensare a difficoltà generalizzate anche perché i prezzi dei materiali destinati al recupero sono in calo a causa della crisi, soprattutto quelli della carta e della plastica.

Sarebbe dunque  interessante sapere quanto incassa ASM dalla cessione di carta, cartone, vetro, alluminio, acciaio, plastica, provenienti dalla raccolta differenziata, ma di questi dati non c’è traccia su nessuno dei pochi documenti ASM presenti nel povero sito dell’azienda.

Non ci resta che ricavare, faticosamente queste informazioni dai dati frammentari che le amministrazioni pubbliche ci forniscono.
Nel 2013  la società ha incassato complessivamente per “prestazioni e vendite” € 53.772.893.
Sempre nel  2013 ASM spa ha ricavato dai vari comuni della provincia le seguenti cifre:

  • Prato: €  41. 608. 498
  • Montemurlo: €   5. 441. 736
  • Vaiano: €   1. 750. 000
  • Cantagallo:  €   598.932
  • Carmignano:  dato non reperito  (nel  2012  € 2. 299. 535)
  • Poggio a Caiano: dato non reperito (nel  2012  €  1.461.000)
  • Vernio:  dato non reperito (nel  2012  €  734.348)

Quindi, fatte le somme, tutti i ricavi di ASM vengono dai comuni (cioè dalle utenze). Nonostante le lacune presenti nei dati e la totale assenza di informazioni alla cittadinanza, si deve pensare che ASM abbia avuto un guadagno nullo per i materiali raccolti e questo di conseguenza porta a cattivi pensieri.

 

 

Altri misteri di ASM:

subappalti

presidente

controllate

Annunci