San Biagio a Fuxiano

Una piccola chiesa medievale si nasconde alla vista di tutti anche se è posta su un crinale nei pressi di Bacchereto (Carmignano). Le notizie della sua esistenza risalgono al 1287, quando una pergamena riporta l’esistenza di una ecclesia S. Blasii de Fuciano, nel plebato di Bacchereto.[1]

fotos

La chiesa di San Biagio a Fusciano alla fine degli anni ’80

La chiesa era dunque dipendente dalla pieve di Santa Maria, centro del comune rurale di Bacchereto che  oltre al nucleo principale attorno al castello comprendeva anche la vicina frazione di Fusciano [2] (Fuxiano), probabilmente più antica stessa del castello, posta su un “promontorio” e in relazione ai percorsi di crinale del Montalbano.

Il piccolo borgo di Fusciano, anche se il toponimo si è quasi perso, comprende ancora, oltre che la chiesetta di san Biagio, alcuni antichi edifici tra cui la cosiddetta “Casa di Toia”.
La chiesa di San Biagio a Fusciano non è certo un monumento, ma tuttavia per la sua antichità meritava che fosse conservata con cura.  Invece un lungo periodo di degrado, legato anche alla proprietà privata  ha portato il piccolo edificio a perdere molti suoi caratteri architettonici legati al romanico toscano.

Già negli anni ’80 risultava priva della lunetta e della ghiera dell’oculo centrale, probabilmente in conci alternati di alberese e serpentino come in altre chiese della campagna tra Pistoia e Firenze.

Il recente restauro non poteva certo fare miracoli e infatti ha sancito definitivamente l’offuscamento della sua modesta bellezza, ricordandoci che anche nella civilissima Toscana ancora molto c’è da fare nella tutela del patrimonio storico minore.

Chiesa_S.Biagio

La chiesa di San Biagio oggi

[1] Natale Rauty, Il culto dei santi a Pistoia nel Medioevo, 2000

[2] Emanuele Repetti,  Dizionario geografico fisico storico della Toscana, 1835

Annunci