Piramide incompiuta

Una gran mole si erge nella piana a sud di Iolo, presso Prato, simile ad una piramide a gradoni della III dinastia. Come i grandi monumenti egizi anche la piramide pratese è incompiuta dopo decenni dalla sua chiusura.

discarica

La discarica del Coderino estesa per 10 ettari ha raccolto per lunghi anni i rifiuti solidi urbani del territorio pratese. E’ chiusa da oltre 30 anni e in tutto questo tempo il Comune di Prato si è posto l’obiettivo del risanamento ambientale di questa discarica, realizzata negli anni ’70 su terreni privati, senza alcuna precauzione per quel che riguarda la salvaguardia del terreno e della falda. Decenni sono passati tra preoccupazioni, delibere, indagini chimiche e geognostiche, piani provinciali delle bonifiche e lunghe liste regionali di siti da bonificare.
La decisiva messa in sicurezza, che prevede la copertura e l’inerbimento del corpo della discarica ha avuto un poco deciso inizio nel 2005 con un Progetto preliminare in cinque fasi. La prima (€. 776.000) si è conclusa; il primo lotto della seconda fase (€. 500.000) è iniziato con la delibera 117/2008.
Seguiranno poi l’impianto fotovoltaico sulla sommità (€. 763.630), il secondo lotto della seconda fase, il primo della terza fase e poi il secondo e così via fino alla quinta fase e oltre.

Così  la grande piramide di terra, per sempre incompiuta come quelle egiziane, rimarrà a memoria di qualche inamovibile faraone e conserverà il suo segreto nella profondità della terra.

Annunci