Ospedale e campagna elettorale

Sembra sia impossibile avere notizie e commenti equilibrati sul novo ospedale di Prato e sul suo funzionamento e questo anche a causa dell’imminente campagna elettorale che travolgerà ogni elemento di razionalità e di analisi per mesi.
Da una parte foto di topi inesistenti e di corridoi (di altri ospedali)  invasi dalle barelle; rumori misteriosi; rimpianti per il caro vecchio ospedale.
Dall’altra parte (politica) guai a chi tocca l’ospedale ritenuto opera di architettura avveniristica addirittura dal MOMA;  ogni rilievo mosso viene considerato alla stregua di propaganda politica di parte; impensabili i dubbi sul sistema di realizzazione.

1512477_434548316672569_1168791877_nNel mezzo rischiano di passare inosservate questioni molto importanti, tutte di carattere economico:

  • Sarà difficile  mantenere in equilibrio i bilanci dell’ASL, gravati da un canone annuo di almeno 50 milioni di euro per i prossimi 19 anni.
  • Sarebbe necessario giustificare, a posteriori, l’enormità di tale cifra che comprenda i costi dei  servizi di carattere non sanitario pagate con tariffe  sproporzionate e poco trasparenti vista la scarsità di documentazione disponibili alla cittadinanza.
  • Difficile anche spiegare come tale enorme onere che costituisce un elemento di rigidità ventennale per l’amministrazione della sanità pratese, derivi da un investimento da parte del concessionario del project financing di solo il 25 % del costo complessivo dell’opera.
  • Infine non si può non chiedersi come tali spese  possano influire sulla necessità per l’amministrazione sanitaria di potenziare i servizi territoriali esterni all’ospedale che sono il necessario completamento di una struttura pensata per i malati acuti.

Come cittadini ci sarebbe invece da aspettarsi, da parte del centro-destra, una posizione propositiva che non rifiuti l’esistenza stessa dell’ospedale nuovo e si concentri sulle cose ancora da fare e, da parte del centro-sinistra, una posizione meno apologetica che possa affrontare i tanti problemi aperti.
Ma questo naturalmente è impossibile.

Annunci