Non sono inceneritori, sono centrali elettriche

Qualche mese fa, Vasco Errani presidente della Regione Emilia-Romagna ha tolto le deleghe all’assessore all’Ambiente Sabrina Freda, dell’Italia dei Valori a causa dello scontro che era sorto sul nuovo piano regionale dei rifiuti, sul modo di gestire i rifiuti in Emilia-Romagna ed in particolare sulla decisione di aprire l’inceneritore di Modena ai rifiuti di tutta Italia.
“Se la finalità pubblica è quella di andare verso il recupero e non verso lo smaltimento – ha affermato Freda – non posso pensare che in Emilia-Romagna si vogliano mantenere attivi per anni e anni gli inceneritori per ammortizzare gli investimenti.”

La posizione dell’assessore ha evidente scontentato le multiutilities emiliane, che sugli inceneritori hanno molto investito  e molto guadagnato e non intendono certo rinunciarvi.

rendering_01Queste e altre vicende rendono evidente quello moltissimi cittadini hanno compreso da tempo. Gli inceneritori sono ormai in effetti vere e proprie centrali termoelettriche il cui scopo primario è la produzione di energia da rivendere all’Enel a prezzo maggiorato secondo le agevolazioni attualmente vigenti per l’energia da fonti “alternative” che prevedono di far pagare la differenza agli utenti nella bolletta dell’energia elettrica.

Tra pochi mesi oltre all’inceneritore di Montale sarà realizzato l’inceneritore di Case Passerini:

  • noi cittadini ci impegneremo ad aumentare la raccolta differenziata e arriveremo in poco tempo al 75% e poi anche oltre;
  • il combustibile per l’inceneritore scarseggerà;
  • ci diranno che l’enorme costo degli impianti dovrà essere ammortizzato facendoli funzionare a pieno regime e faremo arrivare i rifiuti da altre regioni e poi li compreremo da altre nazioni;
  • ci diranno che l’impianto è ormai connesso alla rete elettrica che potrebbe risentire da un abbassamento di produzione e cominceremo a bruciare qualsiasi cosa nell’impianto e non solo rifiuti trattati.

 

Tutto questo è già successo altrove e tra pochi anni succederà anche da noi.

Annunci