Urbanistica Tetris

tetris

A Prato o per meglio dire in Toscana, sono sorti degli specifici modelli urbanistici che possono sorprendere chi osserva da fuori.

Possiamo enumerare il “Piano di Recupero che non recupera mai niente” e che tanto sorprese Bernardo Secchi.
Si potrebbe proseguire con “l’urbanistica contrattata”, uno strumento insolito in un ambito che si caratterizza per esprimersi con “regole” che fece dire al procuratore Quattrocchi appena giunto a Firenze: “Quando sono arrivato qui mi sono imbattuto in una categoria che mi era sconosciuta: l’ urbanistica contrattata”.
Potremmo continuare con le “invarianti insignificanti” o con le “varianti inevitabili”, ma mi sembra di aver scoperto un modello urbanistico degno di nota che vorrei chiamare “Urbanistica Tetris”

tetris tetris2

L’urbanistica Tetris si ispira sicuramente al noto videogioco anni ’80 che consisteva nel far incastrare insieme “mattoncini” di diversa forma e ha lasciato in città chiari esempi di studio per i futuri studiosi della disciplina urbanistica tra XX e XXI secolo.

tetris2 tetris3


tetris3 tetris6

Annunci