Nuvole sul palazzo comunale in attesa del bilancio ?

Il 24 Giugno il Collegio dei Revisori del Comune di Prato ha inviato un richiamo al responsabile della ragioneria, al segretario generale e ai vari responsabili di servizi e uffici, a controllare gli equilibri finanziari cioè i conti del Comune. Il Collegio dei Revisori ha inoltrato il documento anche al Sindaco, agli assessori ed a tutti i consiglieri, rendendo così, di fatto pubblica “la propria preoccupazione per il protrarsi dell’ esercizio provvisorio in un contesto di risorse in forte diminuzione rispetto all’esercizio precedente”.

Piazza del Comune. Cerimonia patriotticaNon sorprende più di tanto la circostanza che un comune importante come Prato non abbia presentato e approvato il bilancio preventivo del 2013, ancora a metà Luglio e quindi presumibilmente almeno fino a Settembre. Questo è già successo e succederà ancora, anche se non mi sembra una cosa buona.
Tuttavia alcuni elementi sono invece abbastanza sorprendenti.

  • Sorprende il forte e pubblico richiamo del Collegio agli organi tecnici e a quelli politici, affinché non si operino spese fuori controllo. I tre revisori temono evidentemente che i limiti dell’esercizio provvisorio,  che limitano  le possibilità di spesa, non siano stati rispettati o non vengano rispettati, e che in qualche modo si spenda più di quanto si potrebbe. La presa di posizione dei Revisori lascia intuire una situazione assai complicata per l’Amministrazione comunale.
  • Sorprende che il Comune abbia potuto far fronte a spese anche non strettamente necessarie, tenuto conto delle limitazioni dovute all’esercizio provvisorio. Rimane, per esempio, difficile capire come sia stato possibile deliberare spese come quelle per il “Festival del Pane”, per una spesa di oltre 170.000 euro.
  • Sorprende infine come la stampa locale sembra sostanzialmente sottovalutare tutto quanto, trascurando l’importanza della comunicazione del Collegio dei Revisori.
Annunci