Nessun mistero sull’Ospedale !

Leggo e sento da molte parti che il destino dell’Ospedale è ancora un mistero in discussione tra Cenni e Rossi e che nulla è deciso:
Veramente non c’è nessun segreto e la decisione è stata già presa molto tempo fa e comunque un anno fa, nell’indifferenza di molti che hanno trascurato l’approvazione di un Piano Strutturale  giudicato “inutile” e quindi innocuo.

La Disciplina di Piano, a pag. 95,  infatti prevede 26.000 mq di nuova superficie residenziale per il centro storico (Sistema 3),  evidentemente localizzate quasi esclusivamente nell’area dell’ospedale.

Per tale area è infatti previsto un “..intervento di trasformazione e recupero dell’area occupata dall’ospedale Misericordia e Dolce attraverso la demolizione dei corpi edilizi incongrui ed il recupero e la valorizzazione del patrimonio storico, la creazione di un’ampia area a verde lungo le mura con l’eventuale creazione di un parcheggio interrato prevalentemente pertinenziale, la ridefinizione dei margini del tessuto storico coerentemente con l’assetto viario ed urbanistico esistente” (Disciplina di Piano – art. 79).

Se non fosse stato chiaro, la Regione ha presentato un’osservazione  per avere conferma che tali previsioni garantissero il rispetto dei patti relativi alla realizzazione del nuovo ospedale da finanziare con una una parte dei beni dell’ASL ed in particolare con il riutilizzo del complesso ospedaliero Misericordia e Dolce tramite una adeguata valorizzazione urbanistica.
Il comune ha risposto che, “rilevato che quanto disposto all’art. 79 per la riqualificazione del complesso ospedaliero Misericordia e Dolce è in linea con i risultati del tavolo tecnico che sono stati sottoposti alle rispettive amministrazioni, si considera l’osservazione già soddisfatta.

L’osservazione della Regione: http://www.regione.toscana.it/documents/10180/70970/prato2%20osservazione/b56d37eb-eaee-4345-b306-be9232df9a6e

La risposta del Comune:

http://allegatiurbanistica.comune.prato.it/dl/20130322121701581/osservazione_regione.pdf

Annunci