Censimento degli immobili sfitti o non utilizzati

La campagna per il “censimento degli immobili sfitti o non utilizzati” portata avanti da salviamoilpaesaggio.it non ha avuto molto seguito a Prato e non mi risulta che sia stata presa in considerazione dall’Amministrazione Comunale.
Tuttavia  dai dati disponibili possiamo tentare un’analisi sintetica ma efficace.
Utilizzando i dati forniti nella tabella, riferita all’intero territorio comunale, contenuta nella Disciplina del nuovo piano strutturale (pag.103) si rileva come in città vi siano edifici per una superficie complessiva residenziale lorda (S.u.l.) di  11.199.800 mq.  La rilevazione risale a qualche anno fa e probabilmente il dato sarà nel frattempo cresciuto, ma non approfondiamo per semplificare l’analisi.

Dal recente censimento sappiamo che gli abitanti  sono 185.290. Pertanto si ottiene un parametro di  60,44 mq/abitante. Considerando la presenza di muri e altro, applichiamo un coefficiente riduttivo del 20%  per ottenere la superficie netta; si deduce che ogni pratese, compresi bambini e immigrati, dispone di  48 mq netti di residenza.

abusivismoSapendo bene che questo è vero solo in pochissimi casi del ceto benestante e che il dato reale non supera di certo la metà di tale parametro, occorre dedurre una grande quantità di abitazione sfitte, invendute  o inutilizzate, stimabile in 30 o 40mila e affinché non vi siano equivoci, chiariamo che non si tratta di edifici produttivi inutilizzati ma di case vecchie e nuove.

Se il Comune riflettesse sui dati che l’Amministrazione stessa fornisce, e che pertanto dobbiamo considerare esatti, salvo verifiche, non penserebbe di far costruire nei prossimi due decenni altri 20.000 alloggi con conseguente consumo di suolo e inutili trasformazioni urbanistiche.

Si allega un’osservazione al Piano strutturale relativa a tale aspetto e rimasta naturalmente ignorata.
osservazione 7

Annunci