Archeologia industriale valorizzata

Tra i monumenti di archeologia industriale della città di Prato, non possiamo più annoverare il cementificio Marchino alle Macine che in questi mesi torna sui giornali cittadini per essere stato inserito tra i beni oggetto di un discusso concordato fallimentare.
Il complesso produttivo, detto “la Cementizia“, fu realizzato nel 1926 per la produzione di calce e cemento a partire dalle rocce della Calvana estratte in gallerie che si spingevano dentro la montagna e che servirono da rifugi in tempo di guerra.
L’alto capannone del clinker con le sue canne fumarie domina il paesaggio del versante sud della Calvana tra Prato e Calenzano e i suoi impianti sono visibili dalla piana tra Prato e Firenze, da molti chilometri di distanza, diventando un segno ineludibile del territorio e del paesaggio.
In disuso dal nel 1956, oggetto dell’interesse di Luca Ronconi, citato in molte pubblicazioni, studiato nelle tesi di laurea dell’Università, per anni il cementificio ha rappresentato uno degli elementi più problematici e più interessanti  dell’archeologia industriale pratese

Oggi non è più inserito nell’elenco dei complessi di archeologia industriale (e neppure tra i complessi produttivi di valore tipologico) allegati al Piano Strutturale.
Forse si tratta di una dimenticanza degli urbanisti?
Probabilmente no.
Infatti il complesso produttivo è stato oggetto, su richiesta della Valore spa, di un impegnativo piano di recupero e di successiva variante. Nei mesi scorsi è stato richiesto il permesso di costruire che, dopo che si saranno risolte le controversie fallimentari vendendo tutto all’asta, trasformerà i vari edifici esistenti in uffici, albergo, ristoranti, centro congressi in aggiunta ai nuovi blocchi residenziali con una quarantina di appartamenti posti più in basso su via Firenze. Il risultato sarà qualcosa di simile all’immagine qui sotto.

Dunque è inutile inserire la Cementizia tra gli edifici di archeologia industriale da tutelare: la sua valorizzazione è ormai assicurata !

———————–

P.S. In allegato l’osservazione  al Piano strutturale che ho presentato in relazione al cementificio.

osservazione 23

Annunci