Qualche dubbio sul rilevamento della qualità dell’aria

centralina

La tabella ricavata dal sito ARPAT riassume un anno di rilevazione della qualità dell’aria in Toscana. Sono indicati per le varie centraline i giorni in cui si è sforato il limite di legge per le polveri sottili PM10 nel 2012.
Dal primo Gennaio, anno nuovo e nuovo conteggio, come se niente fosse.

Da cittadino totalmente inesperto, aspettando l’approfondito rapporto dell’Arpat, esteso agli altri inquinanti, avanzo alcuni dubbi:

  1. Solo 26 centraline di rilevazione per un’intera regione ? Solo due centraline per la provincia di Prato? Solo due centraline per l’intera provincia di Pistoia?

  2. I dati annuali verranno valutati con idonei mezzi statistici che consentano di valutare rischi e pericoli dell’inquinamento dell’aria  nelle aree più densamente abitate oppure si utilizzerà la statistica di Trilussa per cui se a Settignano l’aria è buona e a Firenze pessima, in Toscana l’aria è mediamente discreta?

  3. Nella tabella, sei centraline presentano un numero di giorni di superamento del limite di PM10 superiore al limite di 35 giorni e altre si avvicinano al limite. Si tratta di un dato nuovo o della sostanziale conferma dei dati degli scorsi anni? In tal caso sono state intraprese, a livello locale o regionale, azioni di mitigamento di tale preoccupante fenomeno?

  4. A Prato la centralina di via Roma, una delle peggiori dell’intera regione, registra il superamento del limite di PM10 per 42 giorni (furono 43 nel 20119). Sono previsti interventi?

  5. Peggio di Prato fa Montale che con una centralina relativamente lontana dal traffico e vicino a campi coltivati ha superato il limite delle polveri sottili per ben 63 giorni. Tale dato è in relazione alla presenza dell’inceneritore dei rifiuti?

Annunci