Declassata e viadotto

Nella presentazione del nuovo viadotto di 600 o 700 metri che attraverserà la città, sostituendo il terrapieno della “Declassata”, la cosa che colpisce maggiormente è la pretesa di considerare lo spazio sotto questa nuova struttura addirittura un’occasione di rilancio della città. Ma che si possa ipotizzare tra i gradevoli piloni posti sotto il viadotto un’area “ristorativa” con tanto di esercizi pubblici, dehors, bar, chioschi e altro è davvero troppo!

Quindi voglio esagerare anch’io. 

Nei rendering sottostanti, molto realistici, ho rappresentato come si presenterà dopo qualche mese l’area sottostante il viadotto dove conviveranno rifiuti, erbacce, e accampamenti.
a


Annunci